LA SIMBOLOGIA DEI COLORI

Tra i vari simboli riconosciuti universalmente, i colori rivestono un ruolo particolare.

La loro valenza simbolica abbraccia discipline anche molto diverse tra loro e sono ampiamente usati per caratterizzare i chakra, i pianeti astrologici, le logge degli elementi di medicina cinese,ecc.

Su un piano strettamente fisiologico il colore non è altro che la traduzione che fa il cervello delle frequenze elettromagnetiche che colpiscono la retina.

IL COLORE ROSSO

Nelle diverse culture il rosso ha significati diversi.

In alcune culture, il rosso rappresenta la purezza, la gioia e la celebrazione ed è un colore tradizionale indossato dalle spose.

In Sud Africa, il rosso è il colore del lutto, mentre negli Stati Uniti il colore rosso se combinato con il bianco e il blu, rappresenta il patriottismo e l’orgoglio del paese.

Si ritiene che le pietre preziose rosse aumentino l’entusiasmo e l’interesse, l’energia, creino sicurezza e proteggano da paure e ansie.

IL COLORE BLU

Simbolo di armonia ed equilibrio, nonché di calma; il colore blu ha la facoltà di rilassare portando equilibrio nella sfera emotiva.

Questo colore ha la capacità di normalizzare la frequenza del battito cardiaco e la pressione.

Ha la tendenza quindi a far rilassare il corpo e ad allontanare il senso di ansia.

Ricorda la chiarezza del cielo, le vaste distese d’acqua, la frescura dell’ombra, evoca la calma, la serenità, la pace, la bellezza dei cieli azzurri, la mole imponente delle montagne lontane e i terrificanti abissi dell’oceano.

I popoli primitivi credevano che queste lontane azzurre misteriosità fossero la dimora degli dei, degli spiriti o degli antenati, e questo modo di pensare originò l’associazione del blu con la religione, infatti è presente nell’iconografia religiosa di tutto il mondo.

Nei mandala tibetani il blu simboleggia la condizione in cui si è superato il turbinio delle passioni e la coscienza può esaminare ogni cosa con chiarezza.

IL COLORE VERDE

Il verde è un colore che emana senso di equilibrio, compassione e armonia; dà sicurezza e richiama immagini di prati, radure e boschi freschi nella calda estate.

Il verde è il colore degli spiriti dell’acqua, delle ninfe dei boschi, dei folletti, degli elfi e delle fate, questo valore simbolico accostato agli antichi culti dela natura ha portato a rappresentare la forza capricciosa e briosa che si mette volentieri in contrasto con le autorità.

Il modo migliore di pensare al verde è considerarlo uno dei simboli di Madre Natura, una figura mitica che sopravvive nel pensiero moderno come vestigia dei tempi in cui la vita era un miracolo da venerare.

IL COLORE VIOLA

Il colore viola nasce dalla mescolanza del blu e del rosso; il primo incarna la saggezza il secondo l’amore.

Fino a oggi ha sempre rappresentato simbolicamente il mistero, la magia e la metamorfosi.

Chi ama il colore viola pervaso dal forte desiderio d’essere accettato e di piacere alle persone che lo circondano.

Di solito denota una predisposizione ad essere apprensivo e impacciato ma desidera anche d’essere compreso e di usare modi gentili;

Chi predilige il viola trova difficoltà nel controllare il suo livello emozionale ma sa anche accantonare la troppa razionalità.

Amante dell’arte in tutte le sue forme, adora le forti sensazioni che provengono dal contatto con l’ambiente e le persone.

IL COLORE GIALLO

E’ il colore del SOLE, del calore e della luce, il potere germinativo del giallo si ritrova in tutte le civiltà, nella mitologia i caldi raggi solari sono considerati generatori di vita come nel mito greco di Danae.

Abbinato al terzo chakra il colore giallo è simbolo della luce e del sole ma anche della conoscenza e dell’energia, sia dell’intelletto che nervosa.

Il colore giallo ha la capacità di regolare la frequenza del battito cardiaco e la pressione arteriosa.

Chi predilige il colore Giallo è una persona estroversa che accoglie con gioia le novità ed è solitamente dotata di una fervente immaginazione.

IL COLORE BIANCO

Il colore bianco evoca la purezza, la verginità e la spiritualità, la luce lunare, il latte e le perle che sono bianche, ma la simbologia primaria è quella della luce, elemento fondamentale dei miti della creazione.

In tutte le religioni il bianco è il simbolo della divinità, anche il cristianesimo associa la luce alla realtà spirituale;

Nelle fiabe il bianco indica la luce del giorno, la salvezza dell’eroe o l’intervento di una forza benefica, nella mitologia è ilcolore di creature speciali soprattutto quelle che attraversano il confine tra il reale e l’immaginario: unicorni, pegaso, uccelli bianchi, cigni.

IL COLORE NERO

E’ il colore del buio, della morte, del male e del mistero;

Ci parla del vuoto, del caos e delle origini, è controbilanciato dal suo opposto, il bianco, simbolo di luce.

Il dualismo luce/oscurità non si presenta in forma simbolica morale finchè le tenebre primordiali non si siano divise in luce e buio.

Nella tradizione simbolica quindi l’idea delle tenebre non ha ancora significato negativo perché corrisponde al caos primigenio dal quale può nascere ogni cosa;

Esso è infatti associato all’invisibile e all’inconoscibile, quindi anche alla divinità creatrice originale.

Vi consiglio di leggere

L’ origine e il significato dei colori

Roberta Ruocco,Lina D’Ambrosio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *