il movimento surrealista

Appuntamento pillole di arte…

Oggi voglio parlarvi del surrealismo un movimento intellettuale, che ha coinvolto arti visive, letteratura e cinema, nato negli anni Venti a Parigi;

Il movimento più longevo fra le avanguardie storiche, la sua diffusione capillare in tutto il mondo ha reso la sua storia molto variegata rispetto a movimenti circoscritti nel tempo e nello spazio come il dadaismo o il futurismo.

La fede surrealista si manifestò spesso come ribellione alle convenzioni culturali e sociali, concepita come una trasformazione totale della vita, attraverso una Surrealistica introspezione dell’io nella conflagrazione di arte, filosofia e psicoanalisi.

Fra i pittori che aderirono al movimento non possiamo non menzionare J. Miró, S. Dalí, G. de Chirico, R. Magritte.

Il Surrealismo è  la più ‘onirica’ delle manifestazioni artistiche, proprio perché dà accesso a ciò che sta oltre il visibile;

Ammetto che è uno dei miei movimenti preferiti, è un processo che si realizza senza il controllo della ragione e fa si che l’inconscio, emerga e si esprima  raggiungendo quella realtà superiore in cui veglia e sogno si conciliano in modo armonico.

Una Percezione sensoriale che frantuma lo  spazio e dilata il tempo che và al di là della mente; Il corpo, tempio dell’essere acquista valenza simbolica e l’astrazione dell’anima prende forma.

Joan Miró, Il carnevale di Arlecchino, 1924-25. olio su tela, 66 x 93, Albright-Knox Art Gallery, Buffalo, NY, USA
Sogno causato dal volo di un’ape intorno a una melagrana un attimo prima del risveglio, di Salvador Dalí – Museo Thyssen-Bornemisza di Madrid
Giorgio De Chirico, Gli archeologi, 1927
René Magritte, (1898-1967) “La corde sensible” (1960) Pittura, olio su tela (114 x 146 cm)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *