Dal disegno al Costume di scena

Ho accantonato per un attimo il mio mondo fatto di disegni & co

Per dedicarmi all’arte dei costumi di scena; Riprendendo i miei sogni nel cassetto, che ogni tanto fanno capolino e prendono vita…

Da designer sono abituata a studiare, a progettare e poi elaborare. Ma ogni volta, in ogni progetto esce sempre l’emozione di veder nascere tra le mie mani la creatura che ho disegnato.

In questo progetto ho ripreso anche le mie doti sartoriali per realizzare con le mie manine e portare così in vita i costumi per il balletto di cui vi ho parlato nel precedente articolo.

Ed ecco come procedono i lavori…

Ho terminato i costumi per le ballerine/ballerini che interpreteranno Davide nel balletto ispirato a Davide e Golia e quelli per il peccato originale.

Sono abbastanza soddisfatta del mio lavoro, perchè si può sempre fare di meglio. Non bisogna fermarsi mai e cercare di migliorare sempre, non sopporto quelli che pensano di essere già arrivati. Ma poi dove devono arrivare? Ci vuole impegno, costanza,modestia per ammettere i propri errori e migliorare (questo vale per qualsiasi settore).

Ecco un’anteprima

(Per la privacy delle ballerine ho coperto il loro volto)

Ma il lavoro è duro,ho ancora da completare Golia, Adamo e i Serpenti. Disegnare, progettare è bellissimo ma realizzare quello che si ha in mente non è sempre facile.

Chi non cuce o non fà lavori artigianali spesso sottovaluta il lavoro che ci vuole, i sacrifici, la fatica.

Spesso sento dire cosa ci vorrà in mezzora lo fai?

Purtroppo è cosi ma quando trovi chi apprezza davvero il tuo lavoro ti senti molto soddisfatto.

Quindi workinprogress…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *